La Cottura
Indicazioni per ottenere il meglio dai nostri prodotti.


PASTA SECCA

Il tempo di cottura è indicato sempre sul fronte della confezione e rappresenta quella che secondo noi è la COTTURA IDEALE per il singolo formato, da ottenere seguendo anche i suggerimenti riportati di seguito.

E’ bene ricordare che il tempo di cottura è influenzato dalla quantità di acqua utilizzata (la pasta in genere richiede acqua abbondante), dalla quantità di cloro in essa presente, dall’intensità del fuoco e dall’altitudine in cui ci si trova. Con il processo di cottura, gli alimenti fisiologicamente disperdono nell’acqua parte dei nutrienti contenuti; abbreviando il tempo di ebollizione, questa perdita verrà contenuta.

Per poter gustare un’ottima pasta “tenace” al palato, consigliamo anche di scegliere una COTTURA “AL DENTE” (cioè qualche minuto in meno rispetto al tempo indicato), specialmente se la ricetta prevede una mantecatura finale.


RIASSUMENDO:

  1. Utilizzate una pentola capiente
    con abbondante acqua, non meno di 1L per g 100 di pasta corta e non meno di 2L per g 100 di pasta lunga e formata a nidi.
  2. Al primo bollore
    aggiungete circa g 5 di sale grosso per litro di acqua e, ad ebollizione viva, versate la pasta alzando la fiamma per compensare il calo di temperatura.
  3. Mescolare delicatamente
    Servirsi di un utensile in legno per mescolare dolcemente ed evitare rotture meccaniche.
  4. Ebollizione
    Cuocete la pasta per il tempo di cottura indicato o, se gradite una cottura “al dente”, per uno o due minuti in meno (in funzione della ricetta scelta, se è prevista o meno una mantecatura finale).

“La Pasta è sempre viva: reagisce alle sollecitazioni meccaniche ed ambientali ”




Pasta stabilizzata

Fanno parte di questa categoria “I Regionali” e “I Cuoci Presto”. Questa pasta è buona e morbida come fosse fresca ed è realizzata con una nostra specifica tecnologia che consente la sua conservazione a temperatura ambiente per 12 mesi dalla data di produzione. Dopo la prima apertura va conservata in frigorifero per 3 giorni al massimo.

L’abbiamo ideata per una cottura semplice e veloce. Cuocetela nei tempi di cottura che suggeriamo sulla confezione o “al dente”: mangerete una pasta unica e non noterete differenze rispetto a quella fresca tradizionale.




Gnocchi

Mescolateli delicatamente appena versati in acqua. Saranno cotti quando li vedrete tornare a galla (dopo circa 2 minuti) e scolateli preferibilmente con una schiumarola. Consentono di realizzare un piatto veloce, semplice, nutriente e gustoso.

Le Perle sono una nostra simpatica variante sul tema: vi suggeriamo di condirle semplicemente con piselli, gamberetti o pancetta tagliata a minuscoli pezzetti, passati in padella con un filo d’olio extra vergine, che potrete preparare mentre l’acqua raggiunge l’ebollizione.


Cannelloni

Preparate una farcitura di vostro gradimento e condite i Cannelloni con una salsa a piacere piuttosto liquida in modo che possa ammorbidire gli stessi durante la cottura. Suggeriamo, inoltre, di coprire la pirofila utilizzata con un foglio di alluminio prima di infornare a 180°C per circa 45 minuti.









Lasagne

Non hanno bisogno di precottura
Preparate una salsa di vostro gradimento, un po’ liquida in modo che possa ammorbidire le lasagne durante la cottura. Dopo aver cosparso di salsa il fondo di una teglia da forno, disponete uno strato di lasagne evitando di sovrapporle, ricopritele con abbondante salsa, e - a piacere - con Parmigiano grattugiato e con dei pezzetti di mozzarella. Ripetete l’operazione sovrapponendo 5 strati. Spolverate con abbondante Parmigiano e fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti, fino a che la superficie apparirà dorata.



Per tutti i formati, a cottura completa,
scolare rapidamente, condire e servire ben caldi.

BUON APPETITO!



BioAlimenta S.r.l. - Zona Industriale
66015 Fara San Martino (CH) - Abruzzo - Italia
Tel. +39 0872 994053 - Fax +39 0872 994924 - info@bioalimentasrl.it
Copyright - farabella.it - Tutti i diritti sono riservati. Credits ZetaWeb/ADV